VIAGGIARE  IN ZONE TEMPERATE E TROPICALI


ISOLA MEDITERRANEO
C’e’ una stretta relazione tra clima e salute e nonostante non vi sia la possibilita’ di una netta demarcazione tra le varie aree climatiche terrestri possiamo convenzionalmente parlare di zone temperate, zone tropicali e  subtropicali  ed infine zone polari  ,  tutte zone distinte delimitate da quattro paralleli. 
Le reazioni del nostro organismo sono funzione della fascia climatica quindi diverse sono le sintomatologie e gli accorgimenti da prendere seconda del continente dove andiamo in viaggio.

Zone temperate

Sono quelle comprese tra il 30°- 60° di latitudine sia nell’emisfero boreale (Nord) che nell’emisfero australe (Sud).

L’Europa appartiene alla zona di clima temperato che riconosce principalmente due tipi di clima: un clima continentale e un clima marino. 
 Vi e’ una distinzione in quattro stagioni sufficientemente diverse tra loro, una durata del giorno e della notte variabile nell’arco dell’anno, inoltre, la presenza di temperature moderate e di precipitazioni abbondanti contribuisce alla crescita di una ricca e variegata vegetazione.  
Il clima e’ legato alla particolare morfologia del territorio essendo il continentale piu’ rigido per la presenza delle catene montuose con valli piu’ o meno alte ed esposte ai venti, ghiacciai perenni o nevicate stagionali, laghi, foreste estese, mentre quello marino calmierato dalla presenza del mare soprattutto nel versante del Mediterraneo.  
Le variazioni stagionali comportano un adattamento anche del vestiario per far fronte alla variabilita’ stagionale, cercando di vestirsi a strati;  un abbigliamento piu’ pesante ed isolante e’ indicato per i periodi piu’ freddi e piovosi.


Tropici - zone tropicali


E’ la fascia terrestre compresa tra il Tropico del Cancro (23°30’lat N) a Nord e il Tropico del Capricorno (23°30’lat S) a Sud.
La caratteristica di questa zona e’ che il giorno e la notte sono prossimi entrambi alle 12 ore durante tutto l’anno e i raggi solari cadono perpendicolarmente al terreno dando temperature medie costantemente piu’ alte.  

FORESTA TROPICALE

Nelle zone tropicali vi sono due differenti climi contrapposti: da un lato il clima pluviale con il caldo-umido soffocante delle foreste dove l’umidita’ atmosferica e’ elevatissima con precipitazioni piovose intense in determinati periodi (rainy season) e temperature elevate anche durante la notte, 

Dall’altro il clima desertico con il caldo- secco del terreno inaridito e senza vegetazione per l’ intensa evaporazione delle acque dovuta alla costante ventilazione irraggiamento solare e che porta ad avere una importante escursione termica tra il giorno e la notte (da oltre 40° C si puo’ scendere rapidamente attorno ai 5°C).  


Conviene soggiornare in ambienti climatizzati o il piu’ possibile aereati soprattutto nelle ore piu’ calde, cercare di fare buona idratazione assumendo una maggiore quantita’ di liquidi con acqua e soluzioni saline e zuccherate in confezioni sigillate da bere regolarmemente nell’arco della giornata non aggiungendo ghiaccio e mangiare frutta lavata e sbucciata personalmente e cibi cotti sul momento e ben salati, l’alcool sarebbe da evitare e se proprio necessario da consumare a fine giornata. 


L’adeguato abbigliamento con capo coperto, abiti chiari ed ampi , calzature alte e traspiranti, costituisce una difesa sia verso la disidratazione, il colpo di sole e il colpo di calore che verso l’aggressione d’insetti quali zanzare, zecche e cimici e morsi di scorpioni o serpenti .  


E’ necessario inoltre far uso di occhiali ‘’da sole’’ per proteggere gli occhi dall’intensita’ luminosa diurna e munirsi di panni piu’ coprenti per affrontare l’escursione termica notturna.  
Mantenere oltre che protetta anche ben pulita e detersa la pelle evitando i bagni nelle acque libere.  


[ zone Sub-tropicali]