Museo Nazionale di Reggio Calabria


calabria > Reggio Calabria >il Museo dei Bronzi di Riace

museo archeologico reggio calabria

Il Museo Nazionale di Reggio Calabria è la principale attrattiva culturale della città e vale veramente la pena di visitarlo  per l'unicità di degli oggetti esposti ( si pensi solo ai Bronzi di Riace). Le ricche collezioni archeologiche con materiali di scavi da siti della Calabria e della Basilicata sono importanti per avvicinarsi alla cultura antica di questa parte della Magna Grecia. Progettato dall'Architetto Marcello Piacentini secondo i canoni del periodo fascista, fu inaugurato nel 1959 ed in seguito ha subito vari restauri, l'ultimo dei quali appena conclusosi.

Dove si trova

INFO

Indirizzi e Orari

Il Museo è situato in Piazza De Nava,26 in pieno centro cittadino.

Aperto tutti i giorni ( eccetto il Lunedi) dalle 9.00 alle 20:00 ( ultimo ingresso alle ore19.30) 

Ingresso: 5 euro ; ridotto 3 euro ( da 18 a 25 anni) , gratuito under 18 e over 65
Tel. 0965/812255 

Telefono

e-mail: 


website -     http://www.archeocalabria.beniculturali.it



stemma comune di Cittadella

COSA FARE E COSA VEDERE 


In particolare i Bronzi di Riace , famosi in tutto il mondo, sono due grandi statue di guerrieri originali greci della metà del V sec. a.C. attribuibuili a Fidia o alla sua scuola. Di grande pregio i reperti della antica Locri, con le pinakes  (tavolette di terracotta) rappresentanti in rilievo il mito di persefone, un gruppo di in terracotta con efebo a cavallo ( V sec. a.C.) e il gruppo dei Dioscuri in marmo ( inizio V sec. a.C.). Da segnalare inoltre un grande frammento di rilievo in terracotta con due figure femminili in movimento dalla stessa Reggio Calabria e una testa marmorea con parrucca in bronzo e altri frammenti della stessa statua, originale greco di età fidiaca dal santuario di Apollo Aleo di Cirò Marina. Nella sezione di arte medievale emoderna , due tavolette di Antonello da Messina con San Girolamo e Abramo e gli angeli (1457) e il Ritorno del figliol prodigo di Mattia Preti.


Alcune notizie sul Museo
Il primo nucleo del Museo risale all'iniziativa di un gruppo di artisti, patrioti e studiosi reggini, che indussero il Comune di
Reggio Calabria a istituire nel 1882 un Museo Civico con collezioni archeologiche, etnografiche e di pittura che dopo il terremoto del 1908 dovette essere ricostruito in altra sede.
Il palazzo, progettato dall'architetto Marcello Piacentini nel 1932 ed inaugurato nel 1959, fu uno dei primi edifici italiani appositamente ideati come museo. L'edificio è decorato all'esterno da medaglioni che riproducono le monete della Magna Grecia; gli ampliamenti più recenti del Museo risalgono agli anni 1981-1982, quando venne allestita la nuova Sezione di Archeologia subacquea, destinata ad ospitare le famose statue bronzee di Riace e la testa cosiddetta "del filosofo", e la Sezione espositiva, dedicata alla vita delle colonie greche.


Il Museo è articolato in quattro piani:
Piano inferiore - Ritrovamenti marini, Grandi Bronzi di Riace e da Porticello 
Piano terra - Preistoria, Locri Epizefiri 
Primo piano - Le città greche, Epigrafia, Numismatica 
Secondo piano - Pinacoteca


Sfoglia la Guida di Reggio Calabria
  1. GUIDA ED EVENTI REGGIO CALABRIA
  2. Museo di Reggio Calabria