Chiese e Cappelle di Papasidero

Calabria > Cosenza > Papasidero  - Non Solo Chiese 

castello papasidero
Il "Castello" è un edificio di Papasidero ormai diroccato con pianta quasi rettangolare e una sola torre a forma semicircolare.  
Quest'ultima  fungeva  presumibilmente come punto di raccordo per la cinta muraria, che doveva essere ben sviluppata e che era costellata da alcune porte che davano verso l'esterno.  

Le vestigia delle mura sono ancora visibili e altrettanto dicasi per la torretta del Cambio della Guardia vicino alla chiesa di San Rocco. 

Dove si trova

mappa CASTELLO DI PAPASIDERO


Chiese e Cappelle

 
Nonostante Papasidero sia poco più di un villaggio, c'è una grande concentrazione di edifici di culto , il cui numero supera l'insieme delle chiese dei paesi confinanti.  

Il Santuario di S. Maria di Costantinopoli, patrono della cittadina, è sul fianco del canyon del fiume Lao , e anche se è la chiesa più difficile da raggiungere ne vale la pena per il solo fatto di vederne i rimarchevoli affreschi  Bizantini. La più vecchia tra le chiese interne al Centro urbano è invece Santa Sofia, all'apparenza poco interessante da vedere. Per facilitare la visita la chiave è disponibile nei bar del centro , che ricordatevi,  nella pausa pomeridiana sono chiusi.. 
 
CAPPELLA DELLA MADONNA DEL CARMINE 
L'edificio del XVII-XVIII secolo,  poco lontano dal centro di Papasidero è caratterizzato dall'essere immerso nella vegetazione e dal fatto di essere raggiungibile attraverso un ponte sul fiume S. Nocaio. Ad aula rettangolare con un piccolo portico la Cappella presenta un affresco datato 1724 del pittore  A. Galtieri da Normanno, che rappresenta la Madonna a cui è dedicata la Cappella,  con a fianco S. Francesco e S. Domenico. 
 
CHIESA DI S.COSTANTINO (XIV-XVIII secolo)  
Chiesa parrocchiale dal '500  con pianta a croce latina a navata unica e abside pentagonale,  la cui volta è arricchita da volute, fiori e cartelle realizzate Michele Forte di Salerno a fine '800 Notevoli l'altare maggiore in marmo policromo, due acquasantiere e un fonte battesimale del '300 in granito; da vedere una tela di scuola napoletana del '600 con S. Francesco e S. Domenico. 
 
CAPPELLA DI S.ANNA 
Di fine '600 faceva parte della schiera di cappelle extra muras funzionali a processioni e alle pratiche penitenziali. Importante perchè vi è conservato un affresco del '700  con scena di parto relativa alla natività di San Giovanni Battista. 
 


CHIESA PAPASIDERO

CAPPELLA DI S. SOFIA (XI-XIII sec.) 
Costruita dai monaci basiliani all'interno del Centro urbano di Papasidero la cappella ha pianta quadrata con un oculo ellittico adornante la facciata. 

Vi troviamo un notevole ciclo di affreschi datati tra il '500 e il '600 raffiguranti la Deposizione, S.Apollonia, S. Lucia, S. Caterina, S. Pietro e Paolo , S. Biagio e S. Rocco,  S. Sofia e la Madonna di Costantinopoli. Vedi sopra per le chiavi... 
 
MARIA SS. DI COSTANTINOPOLI (XVII-XVIII secolo)  
Situata in una bellissima location, il Santuario offre alla vista un considerevole affresco della Madonna Odigitria con bambino e una  statua in legno della Vergine della fine '600.  
La costruzione , più volte ampliata e modificata  nel corso dei secoli , ha una pianta a croce greca con tre navate e tre campate. Si raggiunge  anche questa attraverso un ponte costruito nel '900 sui ruderi di quello medievale (visibile ancora oggi ) chiamato localmente della "Rognosa". 
 
CHIESA SS.TRINITA' ad AVENA 
Nella frazione di Avena l'edificio del  '500 è ad unica navata  con campanile sovrapposto alla facciata. 

Sull'altare  un affresco di R. Grisolia del 1519 con Dio Padre che sorregge il Figlio crocifisso e gli arcangeli Gabriele e Michele.